Passa ai contenuti principali

Avengers: Infinity War


Finalmente, dopo anni di attesa, è arrivato il nuovo Avengers. Un film che tutti aspettavano ansiosamente e che non ha sicuramente deluso le aspettative. Per farvi capire quanto lo aspettassi vi dico soltanto che l'ho guardato il primo giorno in cui veniva riprodotto, il che mi è valso un fantastico poster del film. 

Premetto che in questa mia review parlerò anche della trama, perciò vi invito a non leggere questo articolo se non avete ancora guardato il film per non rovinarvi l'esperienza visiva offerta da questo magnifico titolo.


Il film comincia subito, come tradizione nei film degli Avengers, nell'azione: vediamo, infatti, subito la nave di Thor quasi completamente distrutta dal Titano Pazzo, Thanos, il quale ha l'obiettivo di salvare l'universo, almeno dalla sua prospettiva, dimezzandone la popolazione, il che è possibile con le Gemme dell'Infinito, 6 in totale, il cui potere può essere imbrigliato dal Guanto dell'Infinito, che indossa Thanos. In questa scena vediamo un Thor ormai sconfitto dal Titano, che chiede la gemma dello Spazio, che aveva Loki, fratello di Thor, anch'esso presente lì e costretto a guardare Thanos torturare suo fratello finché non gli darà la gemma. Loki cerca allora di sconfiggere Thanos facendolo combattere contro Hulk, ma il Titano lo spacca letteralmente e lo manda k.o. Allora Heimdall, guardiano di Asgard in grado di utilizzare il Bifrost, utile per trasportarsi tra i pianeti, utilizza un'ultima volta il suo potere per portare Hulk sulla terra dove potrà avvisare i suoi alleati dell'imminente arrivo di Thanos. Sulla terra infatti vi erano 2 delle 6 gemme che cercava Thanos, una, quella del tempo, posseduta da Doctor Strange, uno stregone, e un'altra, quella della mente, posseduta da Visione. L'attacco dei figli di Thanos, che mi sono piaciuti veramente tanto, è imminente e viene avvisato Iron Man, il quale insieme a Doctor Strange, Spider-Man e al dottor Banner, l'alter ego di Hulk - o forse dovrei dire il contrario(?) - combattono due dei figli di Thanos: Ebony Maw, un potentissimo mago, e Black Dwarf, un gigante dotato di un potente martello. Dall'altra parte del mondo abbiamo invece l'attacco degli altri due figli di Thanos: Proxima Midnight, una spietata guerriera, e Corvus Glaive, il mio preferito tra i 4, molto abile nel combattimento e dotato di una lancia molto potente. Questi ultimi verranno affrontati inizialmente da Scarlet Witch, la quale si trovava insieme a Visione, in possesso della gemma che i due desiderano e poi da niente meno che Captain America, Vedova Nera e Falcon, che riescono a difendere Visione e a far fuggire i figli di Thanos. Nel frattempo vediamo Thor salvato dai Guardiani della Galassia, che sanno sempre come farci ridere, e che lo aiutano ad andare in un posto dove è possibile costruire la sua nuova arma, che gli permetterà di sconfiggere Thanos. Quest'ultimo continua la sua ricerca delle gemme, che lo porta a incontrarsi con alcuni membri dei Guardiani - gli altri erano con Thor - e in particolare con sua figlia, Gamora, che era stata adottata dal Titano, quando costui aveva conquistato il suo pianeta e lo aveva privato di metà della sua popolazione, cosa, che dal punto di vista di Thanos, ha permesso la sopravvivenza di quel mondo. Thanos, allora impossessatosi della terza gemma - aveva gia quella del potere, dello spazio e adesso quella della realtà - porta con sé la figlia, convinto del fatto che essa sappia qualcosa riguardo la gemma dell'anima. Iron man, Doctor Strange e Spider-Man sono saliti nella nave con cui erano arrivati Ebony Maw e Black Dwarf e dopo averli sconfitti si dirigono verso il pianeta natale di Thanos, Titano, dove non potrebbe mai aspettarsi di essere attaccato: qui incontrano Star-Lord, Drax e Mantis e escogitano un piano per cogliere di sorpresa il Titano per poterlo privare della fonte del suo potere, il Guanto. Captain America e il resto degli Avengers vanno nel Wakanda, una sorta di Stato segreto e all'avanguardia il cui re è Black Panther, amico di Cap. Qui cercano di distaccare la gemma della mente da Visione, cosi che possa essere distrutta, impedendo cosi a Thanos di distruggere l'universo. Una grande guerra è in arrivo nel Wakanda: i figli di Thanos e il loro esercito combatteranno con tutte le forze per impossessarsi di quella gemma ma non hanno fatto i conti con il potente Thor, che procuratosi, non senza qualche sforzo, la sua arma, entra nel bel mezzo della battaglia insieme a Groot e Rocket, due Guardiani della Galassia, in un modo veramente spettacolare che gasa fortemente lo spettatore. Nel frattempo arriva Thanos su Titano - egli si era già impossessato della 4ª gemma dell'infinito, quella dell'anima - e viene subito sorpreso dai magnifici eroi che combattono coordinatamente per sconfiggere l'avversario. Quando tutto sembrava fatto però, con Thanos sotto l'effetto di stordimento inflittogli da Mantis, Star-lord non controlla la rabbia, per giusti motivi, e fa svegliare con un forte pugno Thanos, che si riprende il Guanto e si impossessa della gemma del tempo, datagli da Strange in cambio di risparmiare Iron Man. Thanos allora arriva sulla terra, dove avevano ormai vinto gli Avengers e costringe Scarlet Witch a distruggere la pietra, che tuttavia non è stata distaccata da Visione, quindi distruggerla significava uccidere anche lui. Tuttavia, il Titano Pazzo possiede adesso la gemma del tempo, così ritorna indietro nel tempo e recupera la pietra uccidendo così Visione. Alla fine vediamo Thor scagliare la sua ascia contro Thanos, che pur possedendo adesso le 6 gemme non riesce a fermarla e viene colpito brutalmente al petto; tuttavia, bastava schioccare le dita per poter eliminare metà dell'Universo, così lo fa e sparisce dalla vista di tutti. Nessuno sa cosa sia accaduto, ma pian piano si vedono le prime persone trasformarsi in polvere, tra cui alcuni importantissimi eroi (di cui non voglio dire i nomi). Il film finisce infine con una scena in cui vediamo un Thanos consapevole in cuor suo di aver sacrificato tutto per poter portare a compimento il suo obiettivo.


Le emozioni che ho provato nel guardare questo film sono indescrivibili: paura per la sorte dei miei supereroi preferiti, tristezza per coloro che sono morti, inconsapevolezza di ciò che stava accadendo in quei momenti finali, tutto ciò può veramente essere accaduto? È possibile che tutto questo rimanga inalterato in futuro, o forse gli eroi rimasti faranno qualcosa per poter ritornare indietro nel tempo?
Sono molte le domande da porsi riguardo la fine di questo Avengers, ma francamente non sono preoccupato della fine di questo film, poichè lo stesso Doctor Strange, subito dopo aver consegnato la gemma del tempo a Thanos ha detto ad Iron Man che non c'era altra alternativa - esso aveva già visto 14.000.000 di scontri possibili, e solo in uno di essi loro uscivano vincitori -. Che dire, ho amato tantissimo questo film, ogni personaggio, gli upgrade apportati ai costumi dei supereroi, in particolare quello di Iron Man, bellissimo a mio parere, ma soprattutto ho adorato Thanos. Esso è si un villain spietato che tortura e uccide per compiere il suo dovere, ma bisogna ammettere che dietro quello che fa lui c'è probabilmente del buono: esso, infatti, dice di eliminare metà della popolazione universale in modo che la sopravvivenza dell'universo sia garantita; Thanos stesso dice che il suo pianeta è morto perché nessuno ha voluto ascoltarlo. Quindi secondo me sotto il suo piano malvagio ci sono delle motivazioni si cattive, ma volte a far del bene alle generazioni future. È questo aspetto di Thanos che lo rende il mio villian preferito insieme al Joker di Ledger; penso che il merito stia soprattutto negli scrittori del film, che sono stati in grado di approfondire questo aspetto psicologico di Thanos, che lo rende sicuramente unico in questo genere di film. Grazie.

VOTO: 10


Avengers: Infinity War




Flavio D'Alessandro

 SEGUITEMI SU:




Ringrazio i rispettivi proprietari delle immagini utilizzate in questo articolo.

Commenti

Post popolari in questo blog

The Walking Dead

Una delle serie più celebri degli ultimi tempi, di cui tutti avranno sentito parlare, è sicuramente The Walking Dead. Essa fu per la prima volta trasmessa nel lontano 2010 dal canale statunitense AMC e si basa sulla serie di fumetti scritta da Robert Kirkman; lo show, tuttavia, segue talvolta molto liberalmente la trama narrata nei fumetti, modificandola anche con l'aggiunta di nuovi personaggi. Il mondo descritto da questa serie è un mondo apocalittico dove un'infezione ha trasformato l'uomo in zombie.  Nei vari film "zombie-apocalittici" l’infezione avveniva di norma  attraverso il cosiddetto bacio degli zombie, il morso; tuttavia, come si vedrà andando avanti con la serie, in 'The Walking Dead' ogni essere umano è esposto a questo virus che, una volta morti, indipendentemente dall’essere morsi o no, trasforma gli uomini in vaganti che non fanno altro che camminare in cerca di carne con cui sfamarsi. Il protagonista principale è Rick Grimes, un vice sceri…

Game Of Thrones

La magnifica serie prodotta dal colosso americano HBO e ispirata alla serie fantasy "Le Cronache Del Ghiaccio e del Fuoco" scritta da George R. R. Martin,  è stata oggetto di molta acclamazione da parte della critica e soprattutto da parte dei numerosi fan, che l'hanno amata sin dalla prima stagione. Essa è ambientata in un mondo fantastico, in cui ritroviamo magnifici draghi e gli Estranei (i famosi non-morti), che rappresentano la ciliegina sulla torta in un contesto in cui non mancano lotte sanguinose e violente tra le varie casate di ogni parte del mondo creato da Martin. Questo mondo è inoltre diviso in due continenti: quello Occidentale (Westeros) e quello Orientale (Essos). Il centro più grande e civilizzato del continente Occidentale è la città capitaleApprodo del Re dove si trova il Trono di Spade. La lotta per la conquista del trono porta le più potenti e nobili famiglie del continente a scontrarsi o allearsi tra loro in un contorto gioco di potere, che coinvol…